28.04.2017

Premetto che sono arrugginita, e di pessimo umore.

Ma alla fine io scrivo solo quando sono di pessimo umore. Non che negli ultimo anno e mezzo sia stata sempre di buon umore, anzi. La verità è che qui mi sento un po’ sola. Giusto un po’ eh..

Diciamo pure che finché sei a scuola fare amicizia sembra una cazzata. Cioè vedi le stesse 20 facce tutti i giorni quindi prima o poi qualcuna meno peggio la trovi con cui giocare alle barbie.

Così quando mi sono iscritta all’università pensavo che magicamente mi sarebbero piovute amicizie dal cielo. Non avevo calcolato il fattore timidezza, il fattore faccia da culo, il fattore sfiga, che mi hanno portato dopo varie vicissitudini ad avere NUMERO 0 di amicizie tra i miei compagni di corso. Va bene ammetto che in triennale non mi sono sforzata particolarmente avendo già delle conoscenze.

Questo mio handicap mi ha sempre un po’ rattristito, ancheperché c’è gente che da sola sta da Dio, ecco quella gente non sono io.

Quindi quando mi sono trasferita a Bologna per la magistrale mi ero ripromessa che mi sarei impegnata a conoscere nuove persone. Spinta anche dal fatto che in questa città non conoscevo nessuno.

Morale della storia dopo 5 mesi dal mio trasferimento a parte le mie inquiline non ho fatto amicizia con nessuno.

Vorrei dire in mia discolpa che i compagni di corso cambiano sempre a seconda delle lezioni, e sono sempre a gruppetti. L’unico ragazzo con cui parlo non sembra particolarmente interessato ai dialoghi che non riguardino gli appunti delle lezioni.

Quindi nella disperazione ho deciso che domani andrò ad iscrivermi ad un corso di difesa personale, che hai visto mai che mi serva, che hai visto mai che magari conosco qualcuno.

Ora vi saluto devo uscire…. scherzo starò a casa a vedere l’isola dei famosi. (e con questo direi che più pietoso di così questo post non può essere.)

82111131